The Cure – Pornography

In una delle nostre precedenti recensioni sui The Cure avevamo parlato di una sorta di sconforto che lentamente coinvolgeva, per problemi strettamente personali, ogni elemento delle band inglese. Questa sorta di flagello personale, dopo la pubblicazione di Faith aveva condotto i The Cure a pensare alla realizzazione di un lavoro

continua a leggere

Una Stagione All’Inferno – Il Mostro Di Firenze

Una band che guarda agli inferi, Una Stagione All’Inferno, ed un disco che è mostruoso quanto Il Mostro Di Firenze.

Il Mostro di Firenze sembra un disco ma non lo è, anzi, più che una serie di brani incatenati per raccontare una storia lo si potrebbe rappresentare perfettamente come una vera e propria opera rock capace di attraversare atmosfere che il maestro Argento ci ha lasciato in eredità.

continua a leggere

Paolo Baltaro – Live Pillheads

Dopo aver ricevuto il disco direttamente dalla Banksville Records di Londra, che sinceramente non avevo ancora ascoltato per questioni di tempo, mi ci ritrovo con un’ulteriore proposta di recensione del mio amico Marcello con il quale abbiamo scambiato un po’ di chiacchiere qualche giorno fa alla stazione centrale di Milano.

continua a leggere

T. Rex – Tanks

Siamo nel 1973 quando i T. Rex iniziano a dimostrare una sorta di decadimento nelle composizioni e nelle idee nonostante il fatto che Bolan stesse lavorando per ampliare il suono della band che sembrava ormai essere abbastanza circoscritto.

continua a leggere

T. Rex – A Beard Of Stars

Quarta fatica per i T. Rex che nel 1970 giungono alla realizzazione di A Beard Of  Stars con un cambio immediato di formazione che darà nuova linfa a tutto il sound bolaniano; infatti pur collaborando insieme, ma su linee diametralmente opposte, Bolan e Took arrivano alla decisione di separarsi anche sulla scia di quanto già accaduto durante

continua a leggere

Steve Hackett – Voyage Of The Acolyte

Grande esordio solistico di Steve Hackett che pur avvalendosi dell’apporto di alcuni Genesis, come si nota dalla presenza in questo lavoro di alcuni dei membri della band, produce un lavoro già di per sè fantastico e che anticipa alcune delle sonorità che lo vedranno impegnato in futuro quando abbandona il gruppo di Gabriel and C.

continua a leggere