Tortoise – Tortoise

Il post rock deve molto, se non tutto ai Tortoise, band degli anni novanta che insieme ad altre, ma loro in modo massiccio, hanno dato vita ad un nuovo genere di rock, il post. Il post incorpora in sé varie tipologie di sound che vanno dal rock strumentale alla musica elettronica, dalla fusion al rock sperimentale ed è un genere che in molti tralasciano

continua a leggere

Screaaming Dead Balloons – L’Un Ar Id

Dopo il precedente, strabordante lavoro che ci ha davvero colpito e di cui abbiamo parlato in precedenza, un altro colpo giunge ai nostri timpani con questo disco che abbiamo messo sul piatto per ascoltarlo con la dovuta attenzione. Ci aspettavamo, come spesso capita alle band, una caduta di stile rispetto all’esordio, ma in realtà siamo, ancora una volta, di fronte ad uno straripante sound fatto di kraut, psych, garage e di tanti generi che ci riportano indietro nel tempo quando il rock era non la madre, ma il padre di tutti i sound.

continua a leggere

Screaming Dead Balloons – Banana Blue

Quattro pezzi, unici e concentrati, dove la psichedelia la fa da padrone assoluto con puntate nei meandri del kraut rock, per una composizione complessiva che non è martellante come magari ci si aspetta da un disco così, ma è invece il mantra di un album ben pensato e realizzato. Un disco che dal titolo si rifà a quel tipico sound da bassifondi metropolitani e che grazie ad Andy Wharol, sbarcarono nella Factory per poi divenire il sound dei mai dimenticati Velvet Underground.

continua a leggere

Paolo Tarsi – A Perfect Cut In The Vacuum (2018)

Il nuovo lavoro di Paolo Tarsi, nonostante le fitte collaborazioni delle quali si circonda, esprime, oltre che musica a 360 gradi, tutta l’esperienza che l’autore ha finora accumulato. I suoni qui sono il risultato di uno studio approfondito su come la musica si sia fin qui evoluta. E l’evoluzione è anche la rappresentazione di stati d’animo che nel caso di Paolo sono sostenuti da grandi collaborazioni.

continua a leggere