Premiata Forneria Marconi – Chocolate Kings

Chocolate Kings, album della Premiata Forneria Marconi venne pubblicato in Italia nel 1975 e fu anche il primo album della band che uscì in contemporanea sia nel Regno Unito che negli USA. Cosa alquanto azzeccata fu la pubblicazione in U.K. che avvenne sotto l’etichetta Mantincore, di Greg Lake, che aveva avocato a sé anche il Banco.

continua a leggere

Perigeo – Genealogia

Il terzo album del Perigeo, Genealogia, ci presenta una band che abbandona le atmosfere quasi da brevetto che avevamo ascoltato in Azimut e in Abbiamo Tutti Un Blues Da Piangere, a favore di un approccio più tradizionale alla fusion.

continua a leggere

Leda – Memorie Dal Futuro

Con Memorie Dal Futuro oltre ad esordire i Leda, che potremmo dire essere già una bella band marchigiana matura, esordisce anche l’etichetta discografica Il Piccio Records, che ha fiutato un lavoro capace di sorprendere ed impressionare

continua a leggere

The Cure – Wish

Dopo la pubblicazione del mini live Entreat di cui abbiamo precedentemente parlato, l’anno successivo, nel 1992, è la volta di  Wish che giunge in un periodo in cui il grunge stava assumendo connotati epocali grazie a tante di quelle band che poi, di lì a poco, si sarebbero definitivamente affermate sia sulla scena americana, dalla quale la maggior parte proveniva, ma anche a livello internazionale.

continua a leggere

Museo Rosenbach – Zarathustra

Quello di cui vi parleremo è un vero gioiello della musica progressiva italiana degli anni settanta. Nonostante l’età, Zarathustra, del Museo Rosenbach, resta uno dei migliori dischi sia per l’originalità ch pere la creatività di cui è intriso, un disco che pur vicino alla musica rock non dimentica gli stili di un classicismo di prim’ordine.

continua a leggere

The Cure – Entreat

Ci sono dei colleghi con i quali discuto spesso di musica e con molti di loro ci sono delle divergenze di opinioni che riguardano, in particolar modo, il fatto che purtroppo sono in tanti ad avere l’opinione che i dischi registrati in studio dimostrano effettivamente le capacità musicali delle band.

continua a leggere